Giornata nazionale memoria mineraria - 27 / 28 maggio 2017

“IX Edizione della Giornata nazionale dedicata alla memoria mineraria”

In occasione della “IX Edizione della Giornata nazionale dedicata alla memoria mineraria” 2017, la cooperativa Gold-Mine vuole celebrare il primo anno di apertura del sito di Brusson, un successo in ambito territoriale che ha valorizzato una realtà mineraria importante come quella dell’estrazione dell’oro, impegnandosi in futuro di diffondere l’importanza e il valore del turismo geologico al fine di favorirne la fruizione integrandolo con risorse naturali, paesaggio, arte, archeologia e storia.

Dal 2009 l’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale), propone una giornata nazionale dedicata alla memoria mineraria e prevede che ogni museo/parco minerario organizzi sul proprio territorio un evento con l’obiettivo di favorire la fruizione del patrimonio geologico minerario.

ISPRA persegue il fine di favorire la conservazione e valorizzazione del patrimonio tecnico-scientifico, storico-culturale e ambientale dei siti e dei beni dell’attività mineraria dismessa, anche per promuovere lo sviluppo economico, sociale e turistico dei territori interessati. La valorizzazione museale della miniera diventa occasione per mettere in luce i valori storicoculturali, economici, sociali, scientifici, ambientali e paesaggistici dei luoghi, nonché potenziare un turismo di tipo scientifico legato alla ricerca ed all’archeologia mineraria, secondo logiche di sostenibilità ambientale.

La valorizzazione culturale delle aree minerarie è legata sia al patrimonio materiale, costituito da gallerie, pozzi, edifici ed impianti industriali, discariche e bacini, ma anche a quello immateriale, da conservare per la sua capacità rievocativa e rappresentato dalla vita dei minatori, dagli incidenti sul lavoro, dallo sviluppo economico del paese e dai ricordi dei famigliari.

Il sito minerario di Brusson

La grande corsa all’oro di inizio del XX secolo coinvolse anche molte zone del Piemonte e della Valle d’Aosta. Si parlava di grandi filoni luccicanti di pepite e si favoleggiava di un El Dorado dell’Italia del West. La val d’Ayas, che già anticamente è stata sfruttata nel sottosuolo, ha visto arrivare a inizio 1900 i grandi imprenditori delle società minerarie inglesi che avevano dato il via alla grande corsa.

Il sito di Brusson può essere considerato minore rispetto alle miniere aperte su altri versanti del monte Rosa (Alagna, Macugnaga) ma vanta una tipologia mineralogica unica in Europa, di oro allo stato nativo in forma detta dendritica, visibile anche ad occhio nudo e non necessariamente associato ai solfuri, quali la pirite aurifera come in altre miniere. Un susseguirsi di concessioni ha portato la miniera di Brusson all’abbandono intorno agli anni 90’con conseguente aumento dei cercatori amatoriali e dei curiosi portando ad un decadimento strutturale delle gallerie.

Grazie ad una legge regionale (L.R. 18 aprile 2008 n. 12 che prevede la valorizzazione di dei siti dismessi e la creazione di un Parco minerario regionale), nell’estate 2014 sono iniziati i lavori di messa in sicurezza degli accessi ai siti minerari e del sottosuolo e della galleria oggetto dell'intervento.

A giugno 2016 il comune di Brusson affida la gestione del sito alla Cooperativa Gold-Mine che grazie alla volontà e alla passione degli associati riesce a chiudere la stagione estiva con un passaggio di oltre 5000 presenze.

L’evento della Giornata nazionale dedicata alla memoria mineraria sarà strutturato su due giornate, sabato 27 maggio sarà dedicato al sito di Brusson e domenica 28 maggio al sito di Challand St. Anselme che ha in attivo un progetto di recupero delle gallerie con l’ambizione di entrare a far parte della rete dei parchi minerari della Valle d’Aosta.

Si effettueranno varie attività, escursioni guidate a piedi e in mountain bike, laboratori di geologia, visite alla galleria museo, cristalloterapia e una conferenza serale sulle miniere del Monte Rosa.

La giornata al sito di Brusson sarà un’occasione per le guide della cooperativa di effettuare un aggiornamento per l’imminente stagione estiva. Sono state coinvolte le strutture alberghiere dei due comuni per la promozione di un soggiorno dedicato all’evento e l’Associazione “Val d’Ayas Kmzero” per quanto riguarda le eccellenze territoriali in ambito gastronomico con la realizzazione di cestini per il pranzo delle due giornate.

Sabato 27 maggio - CHAMOUSIRA - Brusson

Ore 9.00
Accoglienza presso hotel “Il Laghetto” di Brusson

Ore 9.30
Saluti del sindaco di Brusson Giulio Grosjacques
Introduzione alla giornata nazionale sulle miniere

Ore 10.00
Trasferimento con navetta in località La Croix

Ore 10.30
"Alla scoperta della miniera di Chamousira”
Giornata di studio dedicata alla geologia e ai lavori di valorizzazione del sito minerario di Brusson

Visita accompagnata dal Dott.ssa Ilaria Rossetti, Geologo e Direttore Responsabile della Miniera e da Giancarlo Cesti, grande esperto di arte mineraria.

L’escursione si svolgerà all’interno del parco minerario di Brusson.
Il tour esterno dà la possibilità di visitare gli imbocchi alle gallerie e di approfondire gli argomenti che si trattano all’interno della miniera consentendo, anche se attraverso le aperture, di capire come venivano coltivati i vari livelli.
Particolare attenzione verrà data alla geologia della regione, del distretto minerario ed al riconoscimento delle rocce in affioramento che compongono la rupe di Chamousira.

L’ospite d’onore sarà Franco Filippa, ultimo concessionario, che accoglierà i visitatori all’ingresso del livello Fenilliaz 7, riportando i personali ricordi della sua vita da minatore.

Il tour si concluderà con la visita interna alla miniera (ingresso Fenilliaz 7).

Pranzo al sacco a carico dei partecipanti
L’associazione Val d’Ayas kmzero preparerà (su prenotazione) il cestino del minatore per promuovere i prodotti tipici della valle.
 
Ore 15.00 (indicativo)
Rientro con navetta a Brusson

Dalle 14.00 alle 18.00
La miniera resterà aperta alle visite con le guide della cooperativa Gold-Mine

Ore 17.00 Presso hotel “La Torretta”   
Introduzione alla cristalloterapia con Nica Di Pietrantonio Naturopata.
Si analizzeranno le proprietà terapeutiche ed energetiche dei minerali presenti all’interno delle miniere, ponendo particolare attenzione sul Quarzo.

Dalle 19.00 Presso hotel “La Torretta”
Apericena
 
Ore 20.30 Presso hotel “La Torretta” 
Conferenza: L’oro del Rosa
La conferenza avrà come obiettivo quello di proporre una più ampia conoscenza sulle miniere d’oro del Monte Rosa, coinvolgendo Macugnaga, Alagna e val Toppa.

Presentazione di Giancarlo Cesti
I relatori della serata saranno:
Dott. Geologo Paolo Castello, Presidente dell’ordine dei geologi della Valle d’Aosta  
Dott. Geologo Riccardo Cerri, autore del libro “L’oro del Rosa” che parlerà nello specifico della Valsesia e della Valle Anzasca.
Dott. Geologo Enrico Zanoletti che si occuperà di descrivere i giacimenti auriferi minori tra Valsesia, Val d’Ossola e Canton Ticino.

Domenica 28 maggio - BECHAZ - Challand-Saint-Anselme

Dalle 9.00  
Accoglienza presso hotel “La Torretta” e Colazione del minatore “Il mattino ha l’oro in bocca”  
 
Ore 9.30
Saluti del sindaco di Challand Piero Dufour
Introduzione della giornata:
“L’importanza del sito di Bechaz all’interno del circuito minerario della Valle d’Aosta”

Ore 10.00
Trasferimento ad Arbaz con navetta

Ore 10.30
“Le miniere di Challand St. Anselme, secoli di storia”
Anello del percorso minerario condotta dal Dott. Geologo Paolo Castello
Pranzo al sacco a carico dei partecipanti
L’associazione km0 preparerà (su prenotazione) il cestino del minatore per promuovere i prodotti tipici della valle.

Ore 15.00 (indicativo)
Rientro a piedi alla Torretta lungo il sentiero della miniera.
(su prenotazione possibilità di rientrare in navetta)

Info e prenotazioni

Telefono +39 388 56 12 100 - goldminebrusson@gmail.com

Allegati

La miniera Chamousira Fenilliaz

Società Cooperativa
Gold Mine Brusson
Loc Vollon 59
11022 Brusson (AO)
Tel. +39 388 56 12 100
Mail goldminebrusson@gmail.com

Menu

Social